Assegnazione IP pubblico

Moderatori: Fibra.City, Staff Fibra.City

Staff Fibra.City
Staff di Fibra.City
Messaggi: 350
Iscritto il: sab 25 apr 2020, 15:59

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da Staff Fibra.City »


kaladgt
Messaggi: 6
Iscritto il: sab 9 mag 2020, 10:40

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da kaladgt »

Salve,
non capisco potreste spiegarmi meglio le clausole per l'ip statico?

• di utilizzare tale indirizzo continuativamente e senza interruzioni e che sono consapevole ed accetto che in caso di mancato utilizzo, lo stesso potrà essermi ritirato e non riassegnato in modo perpetuo;


quanto considerate una interruzione? Un ora , un giorno, un mese, un anno? Come monitoro questa cosa per non perdere l'IP per sempre

• non utilizzerò l’utenza per fornire servizi ISP o WISP e/o alimentare HotSpot e/o Access Point, anche se gratuiti;

Anche qui non capisco, non posso collegare un AP per usare la vostra connessione in WIFI?

• non utilizzerò l’utenza per alimentare server WEB e/o di posta e/o relativi al gaming, e più in generale, ogni tipo di server o apparato cui utilizzi non siano legati all’ambito personale o dei miei congiunti, limitando il numero massimo di accessi giornalieri a non più di 10 utenti;

Questa poi è indecifrabile per me, accessi giornalieri di 10 utenti intendete 10 ip che "leggono" dal mio IP qualcosa

• non utilizzerò l’utenza per effettuare files sharing di qualsiasi tipo che non sia legato ad utilizzi personali e in modo tassativo, che non verranno condivisi files o documenti protetti da copyright;

ok niente torrent :roll:

• - salvo nel caso in cui l’utenza sia ti tipo business - l’utenza non verrà utilizzata per scopi professionali o legati in modo diretto o indiretto all’attività o all’impiego svolto;

con le limitazioni sopra è difficile usarla in modo professionale

• non userò l’utenza per svolgere attività che generino direttamente o indirettamente dei ricavi, (mediante l’utilizzo o meno dell’IPv4 assegnatomi);

quindi non posso usarla per lavorare, solo navigazione, se uso la connessione per il mio lavoro (assistenze remote) non va bene?

• in caso di attacco DDoS o di altro tipo, che coinvolga l’indirizzo IPv4 assegnato, mi impegno ad attivare immediatamente tutti i sistemi di protezione della rete, ivi compreso l’utilizzo di firewall in grado di consentire l’accesso agli apparati della mia rete solo ad utenti autorizzati. Autorizzo fin da ora la società Power & Telco S.r.l. (o S.p.A.) a rallentare e/o bloccare il traffico in ingresso ed in uscita della mia utenza, per tutto il tempo che la stessa riterrà necessario, al fine di impedire successivi attacchi rivolti ai miei apparati o più in generale all’IPv4 assegnatomi;

Attaccano voi (gli indirizzi IP gestiti da voi) non me, comunque sempre avuto firewall e tutte le protezioni del caso. Se devo proteggermi datemi delle linee guida o degli apparati che acquisto volentieri e inserisco per non venir bloccato.

• sono consapevole che la violazione di una delle indicazioni sopra riportate o delle clausole contrattuali, comporterà il ritiro immediato dell’indirizzo IPv4 pubblico staticamente assegnato ed il divieto perpetuo di assegnazione di tale servizio accessorio, nonché, se previste, l’applicazione delle sanzioni indicate nel contratto che ho sottoscritto e/o la sospensione e/o la cessazione dell’utenza stessa

ah bene, meglio che attivi subito un backup di IP statici, si sa mai che vi divento antipatico senza sapere il perché e magari senza preavviso. :ugeek:

Concludo in modo simpatico, non voglio offendere, ovviamente la mia è una provocazione e ho sottoscritto le vostre condizioni senza battere ciglio e aspetto l'IP ma rileggendole, e avendo un po di tempo stamattina, mi son messo a puntualizzare come fanno i precisini e romp*****ioni :D
Credo sia utile per tutti se spiegate un po' più dettagliato le regole di ingaggio, io (noi) cercheremo di creare meno problemi e sfruttare al meglio la rete (senza perdere il prezioso l'iP statico e attirare le ire dei gestori della rete).

Grazie del vostro lavoro e soprattutto del tempo che dedicate a questo forum.

Staff Fibra.City
Staff di Fibra.City
Messaggi: 350
Iscritto il: sab 25 apr 2020, 15:59

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da Staff Fibra.City »

Vediamo di risponderti nel dettaglio:
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• di utilizzare tale indirizzo continuativamente e senza interruzioni e che sono consapevole ed accetto che in caso di mancato utilizzo, lo stesso potrà essermi ritirato e non riassegnato in modo perpetuo;[/i]
quanto considerate una interruzione? Un ora , un giorno, un mese, un anno? Come monitoro questa cosa per non perdere l'IP per sempre
Non abbiamo indicato una tempistica perché non è una regola ferrea. Calcola che i nostri sistemi analizzano circa una centinaio di utenti l'ora (per non appesantire la rete), quindi 2400 clienti al giorno. Per analizzare il parco Clienti quindi occorre poco più di un mese. Significa che se oggi smettessi di usarlo, potresti venire analizzato domani o tra un mese. Una volta verificato che non lo utilizzi, ti verrebbe chiesto di specificarne l'utilizzo che ne fai, se a quel punto rispondessi: "non lo so, visto che era compreso l'ho richiesto", ti verrebbe requisito.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per fornire servizi ISP o WISP e/o alimentare HotSpot e/o Access Point, anche se gratuiti;
Anche qui non capisco, non posso collegare un AP per usare la vostra connessione in WIFI?
Dipende, se intendi un AP in casa tua, per collere le utenze di casa non ce nessun problema, se per AP intendi un punto di accesso WiFi che metti sul balcone o sul tetto per dare connettività ad amici e parenti, non lo consentiremmo.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per alimentare server WEB e/o di posta e/o relativi al gaming, e più in generale, ogni tipo di server o apparato cui utilizzi non siano legati all’ambito personale o dei miei congiunti, limitando il numero massimo di accessi giornalieri a non più di 10 utenti;
Questa poi è indecifrabile per me, accessi giornalieri di 10 utenti intendete 10 ip che "leggono" dal mio IP qualcosa
Se hai un server di gaming che vuoi condividere con alcuni amici (fino a 10 connessioni in ingresso), non c'è problema. Se metti in piedi un game server da 100.000 iscritti invece si.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per effettuare files sharing di qualsiasi tipo che non sia legato ad utilizzi personali e in modo tassativo, che non verranno condivisi files o documenti protetti da copyright;
ok niente torrent :roll:
Prima ancora che le nostre linee guida, è la legge Italiana che lo vieta ;)
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• - salvo nel caso in cui l’utenza sia ti tipo business - l’utenza non verrà utilizzata per scopi professionali o legati in modo diretto o indiretto all’attività o all’impiego svolto;
con le limitazioni sopra è difficile usarla in modo professionale
Le nostre connessioni partono da costi nettamente inferiori alla media di mercato, perché sono studiate per un utilizzo domestico e riservate alle famiglie. Se la si usa in modo professionale, si deve sottoscrivere un piano professionale (come lo smart business).
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non userò l’utenza per svolgere attività che generino direttamente o indirettamente dei ricavi, (mediante l’utilizzo o meno dell’IPv4 assegnatomi);
quindi non posso usarla per lavorare, solo navigazione, se uso la connessione per il mio lavoro (assistenze remote) non va bene?
Come sopra. E' un utenza domestica per uso famigliare. Se saltuariamente faccio un paio d'ore di assistenza non c'è problema, se la uso 8 ore al giorno in modo professionale, devo sottoscrivere il pacchetto professionale.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• in caso di attacco DDoS o di altro tipo, che coinvolga l’indirizzo IPv4 assegnato, mi impegno ad attivare immediatamente tutti i sistemi di protezione della rete, ivi compreso l’utilizzo di firewall in grado di consentire l’accesso agli apparati della mia rete solo ad utenti autorizzati. Autorizzo fin da ora la società Power & Telco S.r.l. (o S.p.A.) a rallentare e/o bloccare il traffico in ingresso ed in uscita della mia utenza, per tutto il tempo che la stessa riterrà necessario, al fine di impedire successivi attacchi rivolti ai miei apparati o più in generale all’IPv4 assegnatomi;
Attaccano voi (gli indirizzi IP gestiti da voi) non me, comunque sempre avuto firewall e tutte le protezioni del caso. Se devo proteggermi datemi delle linee guida o degli apparati che acquisto volentieri e inserisco per non venir bloccato.
In realtà il 96% degli attacchi sono stati su IP di Clienti (il grosso su alcuni IP di società di gaming on-line). Se però l'IP è almeno protetto contro gli attacchi che generano una risposta, o peggio, se il sistema in uso dal Cliente è attaccabile e dall'esterno un hacker può prenderne il controllo, i sistemi di protezione funzionano con maggiore difficoltà (è evidentemente più facile proteggersi da un attacco "esterno" rispetto da un attacco "interno").
Se usi un firewall (anche il più semplice) e mantieni aggiornati PC e appliance al firmware più recente, non ci dovrebbero essere problemi.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• sono consapevole che la violazione di una delle indicazioni sopra riportate o delle clausole contrattuali, comporterà il ritiro immediato dell’indirizzo IPv4 pubblico staticamente assegnato ed il divieto perpetuo di assegnazione di tale servizio accessorio, nonché, se previste, l’applicazione delle sanzioni indicate nel contratto che ho sottoscritto e/o la sospensione e/o la cessazione dell’utenza stessa
ah bene, meglio che attivi subito un backup di IP statici, si sa mai che vi divento antipatico senza sapere il perché e magari senza preavviso. :ugeek:

Non ritireremmo mai l'IPv4 perché il Cliente è antipatico... altrimenti ne dovremmo ritirare già alcune centinaia... :D
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
Concludo in modo simpatico, non voglio offendere, ovviamente la mia è una provocazione e ho sottoscritto le vostre condizioni senza battere ciglio e aspetto l'IP ma rileggendole, e avendo un po di tempo stamattina, mi son messo a puntualizzare come fanno i precisini e romp*****ioni :D
Credo sia utile per tutti se spiegate un po' più dettagliato le regole di ingaggio, io (noi) cercheremo di creare meno problemi e sfruttare al meglio la rete (senza perdere il prezioso l'iP statico e attirare le ire dei gestori della rete).
Grazie del vostro lavoro e soprattutto del tempo che dedicate a questo forum.
Grazie a te, lo scopo di questo forum è proprio questo, approfondire gli argomenti che in una paginetta WEB non possono essere trattati. ;)

ghizmo82
Messaggi: 2
Iscritto il: mar 2 giu 2020, 14:18

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da ghizmo82 »

Gestire il mio hub personale di domotica da remoto rientra tra le opzioni utilizzabili?

netcall
Messaggi: 3
Iscritto il: ven 15 mag 2020, 22:14

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da netcall »

io invece vorrei capire una cosa sola.. io ho fatto la richiesta semplicemente xche mi hanno detto che se ho un ipv4 (a parte che era dentro il mio contratto che ho firmato incluso) comunque sia... avendo questo ipv4 il mio ping scendeva... mi spiego meglio io gioco a battlefiled 5 quando faccio uno speed test mi dice che ho ping 23 .. entro nel gioco e ho ping 32.. ora la mia domanda e' questa .. se poi avro questo benedetto ipv4 avro' il ping molto piu basso tipo 3 max 9 oppure non cambia niente? xche se sinceramente non mi cambia niente non mi frega niente di avere ipv4 io voglio solo avere ping basso per avere una latenza piu bassa nel gioco..e stop

chi mi conferma che se ho ipv4 il ping si abbassa nel gioco ? ( quindi risposta + veloce = sono + veloce a parare e uccidere i nemici ehehe ) e poi facendo questa richiesta non e' che poi mi si abbassa il download? o rimane uguale? non e' che io scarico chissa' che anzi quasi proprio niente.. ogni tanto aggiornamenti windows e sopratutto i giochi di origin.. importante che cambia solo che il ping si abbassa tutto qua.. se invece non cambia.. beh non so voi ma a me non me ne frega niente se c'e' o meno.. solo questo..

saluti...

r3l
Messaggi: 31
Iscritto il: sab 25 apr 2020, 20:56

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da r3l »

DivisioneTecnica ha scritto:
gio 11 giu 2020, 14:47
Vediamo di risponderti nel dettaglio:
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per alimentare server WEB e/o di posta e/o relativi al gaming, e più in generale, ogni tipo di server o apparato cui utilizzi non siano legati all’ambito personale o dei miei congiunti, limitando il numero massimo di accessi giornalieri a non più di 10 utenti;
Questa poi è indecifrabile per me, accessi giornalieri di 10 utenti intendete 10 ip che "leggono" dal mio IP qualcosa
Se hai un server di gaming che vuoi condividere con alcuni amici (fino a 10 connessioni in ingresso), non c'è problema. Se metti in piedi un game server da 100.000 iscritti invece si.
la cosa è piuttosto "discutibile", nel senso che io potrei avere un server web per il mio circolo di carte (faccio un esempio stupido) a cui accedono in 4 gatti, oppure il server web che mi permette di accedere alle webcam, o all'impianto di sicurezza, ecc. potrei portare nmila casi di uso "personale" di un sito web.
addirittura, sono paranoico (e ne conosco) e voglio il mio server di posta personale, interno e gestito internamente. mi assegnate il PTR (che da norme dovrebbe comunque essere assegnato)
non voglio rompere (si, un po si, ammettiamolo ;) ma sempre in modo costruttivo ;) ), solo che i confini non sono, e non possono essere così precisi ;)
DivisioneTecnica ha scritto:
gio 11 giu 2020, 14:47
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per effettuare files sharing di qualsiasi tipo che non sia legato ad utilizzi personali e in modo tassativo, che non verranno condivisi files o documenti protetti da copyright;
ok niente torrent :roll:
Prima ancora che le nostre linee guida, è la legge Italiana che lo vieta ;)
attenzione la legge italiana, proibisce la condivisione di materiale protetto, non la condivisione. io ad esempio lascio sempre in condivisione torrent i file delle iso di alcune distribuzioni linux...

DivisioneTecnica ha scritto:
gio 11 giu 2020, 14:47
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non userò l’utenza per svolgere attività che generino direttamente o indirettamente dei ricavi, (mediante l’utilizzo o meno dell’IPv4 assegnatomi);
quindi non posso usarla per lavorare, solo navigazione, se uso la connessione per il mio lavoro (assistenze remote) non va bene?
Come sopra. E' un utenza domestica per uso famigliare. Se saltuariamente faccio un paio d'ore di assistenza non c'è problema, se la uso 8 ore al giorno in modo professionale, devo sottoscrivere il pacchetto professionale.
ricordo che esiste il telelavoro... tra l'altro in questo periodo...

spero si capisca che non voglio rompere, ma solo cercare di capire meglio la cosa ;)
grazie

michipu
Messaggi: 12
Iscritto il: ven 1 mag 2020, 18:17

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da michipu »

DivisioneTecnica ha scritto:
gio 11 giu 2020, 14:47
Vediamo di risponderti nel dettaglio:
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• di utilizzare tale indirizzo continuativamente e senza interruzioni e che sono consapevole ed accetto che in caso di mancato utilizzo, lo stesso potrà essermi ritirato e non riassegnato in modo perpetuo;[/i]
quanto considerate una interruzione? Un ora , un giorno, un mese, un anno? Come monitoro questa cosa per non perdere l'IP per sempre
Non abbiamo indicato una tempistica perché non è una regola ferrea. Calcola che i nostri sistemi analizzano circa una centinaio di utenti l'ora (per non appesantire la rete), quindi 2400 clienti al giorno. Per analizzare il parco Clienti quindi occorre poco più di un mese. Significa che se oggi smettessi di usarlo, potresti venire analizzato domani o tra un mese. Una volta verificato che non lo utilizzi, ti verrebbe chiesto di specificarne l'utilizzo che ne fai, se a quel punto rispondessi: "non lo so, visto che era compreso l'ho richiesto", ti verrebbe requisito.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per fornire servizi ISP o WISP e/o alimentare HotSpot e/o Access Point, anche se gratuiti;
Anche qui non capisco, non posso collegare un AP per usare la vostra connessione in WIFI?
Dipende, se intendi un AP in casa tua, per collere le utenze di casa non ce nessun problema, se per AP intendi un punto di accesso WiFi che metti sul balcone o sul tetto per dare connettività ad amici e parenti, non lo consentiremmo.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per alimentare server WEB e/o di posta e/o relativi al gaming, e più in generale, ogni tipo di server o apparato cui utilizzi non siano legati all’ambito personale o dei miei congiunti, limitando il numero massimo di accessi giornalieri a non più di 10 utenti;
Questa poi è indecifrabile per me, accessi giornalieri di 10 utenti intendete 10 ip che "leggono" dal mio IP qualcosa
Se hai un server di gaming che vuoi condividere con alcuni amici (fino a 10 connessioni in ingresso), non c'è problema. Se metti in piedi un game server da 100.000 iscritti invece si.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non utilizzerò l’utenza per effettuare files sharing di qualsiasi tipo che non sia legato ad utilizzi personali e in modo tassativo, che non verranno condivisi files o documenti protetti da copyright;
ok niente torrent :roll:
Prima ancora che le nostre linee guida, è la legge Italiana che lo vieta ;)
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• - salvo nel caso in cui l’utenza sia ti tipo business - l’utenza non verrà utilizzata per scopi professionali o legati in modo diretto o indiretto all’attività o all’impiego svolto;
con le limitazioni sopra è difficile usarla in modo professionale
Le nostre connessioni partono da costi nettamente inferiori alla media di mercato, perché sono studiate per un utilizzo domestico e riservate alle famiglie. Se la si usa in modo professionale, si deve sottoscrivere un piano professionale (come lo smart business).
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• non userò l’utenza per svolgere attività che generino direttamente o indirettamente dei ricavi, (mediante l’utilizzo o meno dell’IPv4 assegnatomi);
quindi non posso usarla per lavorare, solo navigazione, se uso la connessione per il mio lavoro (assistenze remote) non va bene?
Come sopra. E' un utenza domestica per uso famigliare. Se saltuariamente faccio un paio d'ore di assistenza non c'è problema, se la uso 8 ore al giorno in modo professionale, devo sottoscrivere il pacchetto professionale.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• in caso di attacco DDoS o di altro tipo, che coinvolga l’indirizzo IPv4 assegnato, mi impegno ad attivare immediatamente tutti i sistemi di protezione della rete, ivi compreso l’utilizzo di firewall in grado di consentire l’accesso agli apparati della mia rete solo ad utenti autorizzati. Autorizzo fin da ora la società Power & Telco S.r.l. (o S.p.A.) a rallentare e/o bloccare il traffico in ingresso ed in uscita della mia utenza, per tutto il tempo che la stessa riterrà necessario, al fine di impedire successivi attacchi rivolti ai miei apparati o più in generale all’IPv4 assegnatomi;
Attaccano voi (gli indirizzi IP gestiti da voi) non me, comunque sempre avuto firewall e tutte le protezioni del caso. Se devo proteggermi datemi delle linee guida o degli apparati che acquisto volentieri e inserisco per non venir bloccato.
In realtà il 96% degli attacchi sono stati su IP di Clienti (il grosso su alcuni IP di società di gaming on-line). Se però l'IP è almeno protetto contro gli attacchi che generano una risposta, o peggio, se il sistema in uso dal Cliente è attaccabile e dall'esterno un hacker può prenderne il controllo, i sistemi di protezione funzionano con maggiore difficoltà (è evidentemente più facile proteggersi da un attacco "esterno" rispetto da un attacco "interno").
Se usi un firewall (anche il più semplice) e mantieni aggiornati PC e appliance al firmware più recente, non ci dovrebbero essere problemi.
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
• sono consapevole che la violazione di una delle indicazioni sopra riportate o delle clausole contrattuali, comporterà il ritiro immediato dell’indirizzo IPv4 pubblico staticamente assegnato ed il divieto perpetuo di assegnazione di tale servizio accessorio, nonché, se previste, l’applicazione delle sanzioni indicate nel contratto che ho sottoscritto e/o la sospensione e/o la cessazione dell’utenza stessa
ah bene, meglio che attivi subito un backup di IP statici, si sa mai che vi divento antipatico senza sapere il perché e magari senza preavviso. :ugeek:

Non ritireremmo mai l'IPv4 perché il Cliente è antipatico... altrimenti ne dovremmo ritirare già alcune centinaia... :D
kaladgt ha scritto:
gio 11 giu 2020, 11:25
Concludo in modo simpatico, non voglio offendere, ovviamente la mia è una provocazione e ho sottoscritto le vostre condizioni senza battere ciglio e aspetto l'IP ma rileggendole, e avendo un po di tempo stamattina, mi son messo a puntualizzare come fanno i precisini e romp*****ioni :D
Credo sia utile per tutti se spiegate un po' più dettagliato le regole di ingaggio, io (noi) cercheremo di creare meno problemi e sfruttare al meglio la rete (senza perdere il prezioso l'iP statico e attirare le ire dei gestori della rete).
Grazie del vostro lavoro e soprattutto del tempo che dedicate a questo forum.
Grazie a te, lo scopo di questo forum è proprio questo, approfondire gli argomenti che in una paginetta WEB non possono essere trattati. ;)

A me sembrano tutte regole logiche e -credo- tutti gli altri ISP le applichino. L'unica reale differenza è che il pacchetto clienti che può avere TIM o Wind è ovviamente percentualmente molto più grande di quello di fibra.city, conseguentemente molte cose "passano in cavalleria", mentre su fibra.city no.

Spero solo che l'analisi del traffico venga fatta solo a livello di porte e non a livello di contenuti... :D

Zardoz
Messaggi: 4
Iscritto il: gio 4 giu 2020, 9:27

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da Zardoz »

La mia opionione è simile a quella di kaladgt.
La vostra risposta alle sue perplessità non è per niente chiara. Le regole che state cercando di spiegare sembrano completamente aleatorie. Non sono "ferree" come dite d'altronde anche voi, quindi il timore di diventarvi antipatici è reale dato che non avrei un perimetro ben definito per obiettare alle vostre possbili azioni di limitazione sulla mia utenza.
Quanto traffico devo fare per essere considerato business?
Posso accedere a un nas domestico da remoto?
Posso accedere a servizi di streaming tipo Plex dal mio nas di casa essendo personali e non condivisi?
Avete delle specifiche alle quali posso attenermi per non essere considerato responsabile in caso di attacco al mio IP?
In questo periodo lavoro da casa tutto il giorno per ovvi motivi, ma guadagno dal fatto che erogo servizi tramite la vostra utenza, semplicemente sviluppo e rilascio software su piattaforme in cloud, dovrei fare un'utenza business per questo motivo?

Concludo dicendo che dire che ci sono parecchie centinaia di utenti "antipatici" lo trovo del tutto non professionale. Qualcuno giustamente vi chiede riscontro alle dichiarazioni che fate e a come vi comportate.
Io ho 1 ticket amministrativo aperto dal 29 maggio senza risposta. Ho chiesto più volte delle tempistiche per sapere quando e come avere questo IP a partire da fine maggio e non ho mai avuto una risposta chiara (sarebbe andata bene qualsiasi risposta che potesse comprendere un calendario con delle date anche dopo un mese) e oggi scopro che avrei dovuto allegare un modulo alla mia richiesta che è già aperta da giorni senza che nessuno mi rispondesse che avrei dovuto farlo prima.
Sinceramente vedo il tono simpatico e scherzoso di questo forum, ma credo ci sia molto margine di miglioramento nella vostra gestione dei clienti.

Staff Fibra.City
Staff di Fibra.City
Messaggi: 350
Iscritto il: sab 25 apr 2020, 15:59

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da Staff Fibra.City »

ghizmo82 ha scritto:
gio 11 giu 2020, 17:23
Gestire il mio hub personale di domotica da remoto rientra tra le opzioni utilizzabili?
Si.

Staff Fibra.City
Staff di Fibra.City
Messaggi: 350
Iscritto il: sab 25 apr 2020, 15:59

Re: Assegnazione IP pubblico

Messaggio da Staff Fibra.City »

netcall ha scritto:
gio 11 giu 2020, 18:17
io invece vorrei capire una cosa sola.. io ho fatto la richiesta semplicemente xche mi hanno detto che se ho un ipv4 (a parte che era dentro il mio contratto che ho firmato incluso) comunque sia... avendo questo ipv4 il mio ping scendeva... mi spiego meglio io gioco a battlefiled 5 quando faccio uno speed test mi dice che ho ping 23 .. entro nel gioco e ho ping 32.. ora la mia domanda e' questa .. se poi avro questo benedetto ipv4 avro' il ping molto piu basso tipo 3 max 9 oppure non cambia niente? xche se sinceramente non mi cambia niente non mi frega niente di avere ipv4 io voglio solo avere ping basso per avere una latenza piu bassa nel gioco..e stop

chi mi conferma che se ho ipv4 il ping si abbassa nel gioco ? ( quindi risposta + veloce = sono + veloce a parare e uccidere i nemici ehehe ) e poi facendo questa richiesta non e' che poi mi si abbassa il download? o rimane uguale? non e' che io scarico chissa' che anzi quasi proprio niente.. ogni tanto aggiornamenti windows e sopratutto i giochi di origin.. importante che cambia solo che il ping si abbassa tutto qua.. se invece non cambia.. beh non so voi ma a me non me ne frega niente se c'e' o meno.. solo questo..

saluti...
Il ping non è altro che la misurazione in millisecondi del tempo che passa tra la spedizione di un pacchetto e la successiva risposta.
Questa cosa NON può cambiare in base all'utilizzo di un IP pubblico o meno.
Ciò che cambia è la possibilità di indirizzare le porte interne e gestire le 65K porte in autonomia.

Rispondi